Articles Comments

Poesiaeletteratura.it » Franco Battiato, Mircea Eliade - Franco Battiato » Regni di sciamani per chi ama danzare e sognare – MIRCEA ELIADE e FRANCO BATTIATO

Regni di sciamani per chi ama danzare e sognare – MIRCEA ELIADE e FRANCO BATTIATO

Che cos’ è lo sciamano? E che cosa può fare lo sciamano?

” Lo sciamano è un mago, un medicine-man, cioè un guaritore, il quale ha capacità di guarire e di operare miracoli fachirici, come tutti i maghi primitivi o moderni. In ogni sua operazione è predominante soprattutto l’esperienza estatica ( … ) “.

 

Mircea Eliade

Queste poche righe, tratte dall’ introduzione di un libro famoso sull’ argomento, cioè LO SCIAMANESIMO E LE TECNICHE DELL’ ESTASI dello studioso romeno ma naturalizzato francese Mircea Eliade, forse danno un’ idea di quello che è uno sciamano e di cosa può operare. Vi erano sciamani nelle preistoria, vi erano sciamani nelle civiltà storiche e vi sono sciamani ancora oggi presso ogni popolazione del pianeta. I più conosciuti forse sono gli sciamani siberiani che vivono nella tundra ai margini delle foreste di conifere, o quelli africani che sono tenuti in gran conto in molti villaggi di ogni area del continente. Ma spesso vengono menzionati dai mass-media anche gli sciamani del centro e del sud America e quelli del sud-est asiatico, di paesi quali Corea, Thailandia e le varie isole ( Borneo, Sumatra, Giava ) o quelli del Tibet. Nel suo libro, Mircea Eliade ci parla delle cose meravigliose che lo sciamano può realizzare e dell’ aura di mistero ancestrale che ne avvolge da sempre la figura. Lo sciamano possiede la specialità magica che implica il dominio del fuoco, il volo magico e il potere di guarire molte malattie dell’ anima e del corpo. Quando lo sciamano è in estasi attraversa una transe durante la quale si ritiene che la sua anima può lasciare il corpo per intraprendere ascensioni celesti o discese agli inferi. Nei suoi rapporti con il mondo spirituale, lo sciamano comunica coi morti, coi demoni e con gli spiriti della Natura (delle acque, delle piante, delle pietre ecc. ecc. ) senza pertanto diventarne un loro strumento o utilizzare la loro energia a scopi malefici. Durante il volo magico, lo spirito dello sciamano può entrare nel corpo di un’ aquila o di un falco e raggiungere luoghi molto lontani osservando dall’ alto ogni cosa e poi ” ritornare ” nella sua capanna o nella foresta dove comunemente vive. Egli guarda tra le fiamme del fuoco e vede il futuro del mondo; può camminare su un tappeto di braci ardenti senza bruciarsi e prendere in mano un tizzone acceso, passarlo sulla propria pelle e non sentire bruciore. Può predire il brutto o il bel tempo: la pioggia o il sole. E, infine, può guarire, con le sue tecniche mistiche e segrete, molte malattie dell’ anima e del corpo. Tutto questo può sembrare assurdo, eppure è la verità. Mircea Eliade ha condotto uno studio scientificamente serio e piuttosto esauriente al riguardo e ormai non sussistono più dubbi, per la scienza, sulle manifestazioni incredibili prodotte dallo sciamanesimo. Lo sciamano conversa normalmente con i morti, con i demoni, con gli spiriti della Natura. Danza, e la sua danza è un comunicare con le forze sconosciute dell’ Universo, un mettersi in contatto con le energie occulte della vita e della morte. La sua danza è un toccare con mano le stelle e la luna, e nell’ estasi sublime che lo pervade penetrare in altri mondi e darne conoscenza agli uomini. Danza, e la sua danza riflette il moto dei pianeti e del sole, delle comete e delle galassie, e nella transe totale che lo avvolge si inoltra in dimensioni impossibili eppure esistenti. Lo sciamano crea per sè e intorno a sè un regno dove lo spirituale e il materiale si fondono; il sacro e il profano si mescolano; la vita e la morte compiono il loro ciclo naturale senza traumi e nella totale pace dell’ essere.

 

Franco Battiato

Il grande cantautore Franco Battiato, in uno dei suoi più grandi successi: VOGLIO VEDERTI DANZARE, canta di cose meravigliose e incredibili, di realtà lontane e di culture sconosciute immerse nella dimensione del sogno e dell’ estasi. Il ritmo della musica è orientaleggiante e dai toni robusti, irresistibile per il corpo e per la mente, e le parole talvolta lo sono altrettanto: ” Nei ritmi ossessivi la chiave dei riti tribali / regni di sciamani e suonatori zingari ribelli ( … ) “. Regni di sciamani, senza tempo e ovunque sulla Terra, che esistono ancora come fantastiche realtà le quali attraversano i secoli senza subire mutamenti. Regni di sciamani per chi ama danzare e sognare.

Francesca  Rita  Rombolà

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Scritto da

Archiviato in: Franco Battiato, Mircea Eliade - Franco Battiato

Lascia un Commento

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Poesiaeletteratura.it is Spam proof, with hiddy