Articles Comments

Poesiaeletteratura.it » Dan Brown, Giorgio Baietti » Il Santo Graal: solo una leggenda o piuttosto una scomoda verità? DAN BROWN e GIORGIO BAIETTI

Il Santo Graal: solo una leggenda o piuttosto una scomoda verità? DAN BROWN e GIORGIO BAIETTI

Dan Brown

Romanzo di sicuro avventuroso, a tratti complicato, con diversi colpi di scena, esoterico e intrigante quanto basta per porsi delle domande che forse rimarranno senza risposta e cadranno nel vago. IL CODICE DA VINCI dell’ americano Dan Brown, di recente pubblicazione e di grande successo, soprattutto commerciale, tanto da aver subito ispirato la realizzazione di un film, da esso liberamente tratto, di altrettanto successo commerciale, sembra voler quasi lanciare una sfida forse al lettore colto, forse al lettore assetato di mistero e di intrigo, forse al lettore semplicemente attento solo alla pubblicazione puntuale del best seller del momento o forse a nessun lettore in particolare o a tutti questi modelli di lettore messi insieme. Una sfida rischiosa ma interessante; incomprensibile, a volte, ma certo irresistibile. Al di là della trama, dove le morti misteriose non mancano, in una Parigi ultramoderna e piena di segreti, e il detective che risolverà i vari casi di omicidio è di prammatica come sempre ( in questo caso si tratta del professore americano ROBERT LANGDON esperto di simbologia, che dovrà misurarsi con sette esoteriche occulte, potenti organizzazioni cattoliche ed esaltati mistici e non ), risalta, nella storia, molto movimentata, la presenza di un antico segreto che trova pieno riscontro nella realtà. Si tratta del PRIORATO DI SION, del mistero di RENNES LES CHATEAU e dei CAVALIERI TEMPLARI, i quali potrebbero sembrare tre cose del tutto separate ma che, a dire il vero, hanno l’ un l’ altro legami molto stretti. Tutto ha inizio nella Palestina di duemila anni fa, cioè ai tempi di Gesù, quando dopo la sua morte in croce egli lascia la propria eredità spirituale agli apostoli, come riportato dai quattro vangeli accettati dalla Chiesa di Roma e dalla Chiesa in generale, e quella, per così dire, di ” continuità dinastica ” a Maria Maddalena ( donna molto amata da Gesù tanto da farla sua sposa nello spirito e nella carne ) nel senso che ella, quando Gesù muore, aspetta un figlio da lui e per salvarlo e salvarsi e dai romani e dai giudei, con poche persone fidate, salpa su una nave e fa vela verso Occidente, sbarcando sulle coste della Francia meridionale. Lì darà alla luce il suo bambino. Si costituirà allora un’ associazione segretissima che prenderà il nome di PRIORATO DI SION, il cui compito sarà, attraverso i secoli, quello di proteggere i ” discendenti ” di Gesù, soprattutto dalla Chiesa Cattolica, e il cui braccio armato, diciamo ” non palese “, saranno i CAVALIERI TEMPLARI, milizia cristiana creata, per la storia ufficiale, allo scopo di difendere la Terra Santa dai musulmani e di proteggere i pellegrini cristiani presenti in essa. Ha origine da ciò la famosissima e misteriosissima leggenda del SANTO GRAAL che, sempre secondo la versione ufficiale data soprattutto dalla Chiesa Cattolica, sarebbe ( IL GRAAL ) una coppa dentro la quale Giuseppe di Arimatea avrebbe raccolto il sangue di Gesù, sul Monte Calvario, colato dalle sue ferite, e lo avrebbe trasportato in Inghilterra o nella Francia meridionale. Col tempo, però, la coppa è andata perduta, e da allora non c’è nobile, potente, studioso o avventuriero che non la cerchi, senza mai trovarla. Questa è la versione ufficiale della leggenda, mentre quella ” nascosta ” sostiene che IL SANTO GRAAL non è altro che la discendenza di Gesù, il suo sangue che si trasmette attraverso le generazioni e che SANTO GRAAL non sarebbe altro che un termine derivante dal francese antico SANG REAL, cioè la linea di sangue ( o discendenza ) regale!

Giorgio Baietti

RENNES LES CHATEAU è un paesino nella Francia meridionale situato ai piedi dei Pirenei francesi. E’ da sempre una località alquanto misteriosa, ricca di fascino e di segreti. Ma è balzata all’ improvviso alle cronache mondane mondiali alla fine dell’ Ottocento quando, il curato ( parroco ) del paesino, durante alcuni lavori di restauro della chiesa ( dedicata a Santa Maria Maddalena ), trova, all’ interno di un pilastro dell’ altare maggiore ( il famoso pilastro visigoto ), alcune pergamene antichissime che porterà a Parigi per farle tradurre o decodificare. Da allora il parroco, che si chiamava Bérengere Saunière, sembra custodire un grande segreto e, tra le altre cose, diventa subito molto ricco come se avesse trovato improvvisamente un tesoro, permettendosi spese folli per la parrocchia, per la chiesa del paesino e per l’ intera zona circostante. Uno dei più grandi e importanti studiosi a livello internazionale del mistero che aleggia su RENNES LES CHATEAU, il professor GIORGIO BAIETTI, ha affrontato la questione, dal punto di vista storico – scientifico, in due libri – saggio pubblicati da poco: IL MISTERO DI RENNES LES CHATEAU ( Edizioni Mediterranee ) e LO SPECCHIO INVERSO ( Edizioni Età dell’ Acquario ). Nel corso delle numerose conversazioni telefoniche che ho avuto con lui e in un incontro diretto, non ha fatto altro che ribadire la presenza di un qualcosa di misterioso, di grande e di potente in tutta l’ area di RENNES LES CHATEAU. Le sue numerose ricerche sul posto lo hanno portato ad affermare, con sicurezza e molte prove alla mano, che Maria Maddalena è giunta fin lì ed è morta lì e che lei, o chi per lei, possedevano un oggetto, delle conoscenze occulte o altro dalla potenza straordinaria ( forse IL SANTO GRAAL? ), che è nascosto nell’ area ed è ancora tutto da scoprire! < Basta pensare – ha concluso il professor BAIETTI – che un satellite della NASA ( Ente Spaziale Americano ) è puntato proprio sull’intera regione, attento a rilevare la minima stranezza. > E, di conseguenza, ci sarebbero gruppi di potere occulto, sette esoteriche, potenti organizzazioni clandestine e fors’ anche servizi segreti di vari paesi pronti ad impatronirsi del segreto custodito a RENNES LES CHATEAU… o che conoscono già il segreto, sapendo di cosa si tratta, e cercano di impedire, a tutti i costi e con ogni mezzo, che esso diventi di pubblico dominio. Ad ogni modo, ritornando al romanzo di Dan Brown, decifrando un famoso codice creato da LEONARDO DA VINCI ( che nel romanzo viene ritenuto facente parte del PRIORATO DI SION, ed ecco anche il titolo del romanzo ) si può venire a capo del mistero più grande e più famoso di tutti i tempi, cioè IL  SANTO GRAAL. Si scoprirà alla fine che la Chiesa Cattolica ha sempre perseguitato i discendenti di Maria Maddalena, ingaggiando una lotta secolare con IL PRIORATO DI SION che li ha sempre protetti; che la potente organizzazione cattolica OPUS DEI, fondata dal sacerdote spagnolo Josè Maria Escrivà, è, come dire ” l’ anima esoterica ” della Chiesa di Roma, che nel romanzo ne esce a testa alta e sicura di sè, e che la protagonista femminile, Sophie, è addirittura l’ ultima discendente di Maria Maddalena e di Gesù! Finzione o realtà, il mistero di RENNES LES CHATEAU resta e resiste, protetto o meno da potenze occulte che lo vogliono far rimanere tale. La chiesa- madre di RENNES LES CHATEAU, dedicata a Maria Maddalena come già detto, la cui festività si celebra, per la Chiesa Cattolica, il 22 luglio, è un insieme di contraddizioni, di paradossi e di tessere di un puzzle che il celebre parroco Bérengere Saunière, restaurandola, ha voluto conservare o proporre appositamente, come un rocambolesco ” gioco dell’ oca “, a chiunque voglia interessarsi, per curiosità o per studio, a uno dei segreti e dei misteri più grandi della Storia universale.

Francesca  Rita  Rombolà

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Scritto da

Archiviato in: Dan Brown, Giorgio Baietti

Lascia un Commento

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Poesiaeletteratura.it is Spam proof, with hiddy