“La bellezza, la bravura, la fascinazione possono nascondersi ovunque”. Un dialogo intenso e semplice con Simone Colaiacomo
000 Primo piano , Simone Colaiacomo / 28 Luglio 2020

Simone Colaiacomo ha pubblicato i romanzi: “Sotto il portico (2005), “Bardos e la stirpe degli Enchil” (2010) e “Nostra Signora delle Ceneri” (2017); i saggi: “Autopsia della Bestemmia” (2004, “A ritroso…” (2005) e “L’Ombra del Cristo” (2008); il racconto noir “I vicoli di Mala Strana” (2012) e diverse poesie nelle raccolte di AA. VV. dal titolo “Il libro dei sogni” (2006) e “Raccontare Roma” (2007). Strumentista e compositore, è il bassista e tastierista della band progressive e art rock Karmablue con la quale ha realizzato l’album “Nè apparenze nè comete” (2018). Ha anche pubblicato un album gothic rock da solista. E’ speaker su STAP RADIO con la trasmissione “Genius Loci” e gestisce il blog letterario STORIE HORROR – www.storiehorror.net. Sulla linea di confine tra una raccolta poetica e un poemetto il volume “Cuore d’Ombra” (2018) edito da Horti di Giano. Francesca Rita Rombolà e Simone Colaiacomo dialogano insieme su i diversi aspetti dell’Arte. D – Simone Colaiacomo, artista poliedrico attento ai diversi aspetti dell’Arte. Cosa puoi dirmi di questi diversi aspetti dell’Arte che prendono forma nei tuoi libri? Libri di poesia, saggi, romanzi? R – Buongiorno a tutti i lettori! La mia vita è sempre stata caratterizzata dall’influenza costante di…

Poesiaeletteratura.it is Spam proof, with hiddy